COSA E' ERASMUS IN SCHOOLS?

Con Erasmus in Schools gli studenti internazionali che stanno studiando in Italia hanno l’opportunità di organizzare lezioni, conferenze e momenti di incontro nelle scuole per condividere la loro cultura, la loro conoscenza del mondo e affascinare i ragazzi della comunità locale, trasmettendo loro il profondo valore della mobilità, dell’apprendimento interculturale e dell’internazionalizzazione. Sarà come trovarsi già in un altro paese attraverso i racconti di vita quotidiana, la lingua, e le testimonianze dell’esperienza di scambio degli studenti Erasmus ed internazionali.

ERASMUS IN SCHOOLS A PARMA

ESN-ASSI Parma è stata in prima linea anche per il progetto Erasmus in Schools. Durante le settimane dal 6 al 17 maggio abbiamo realizzato 3 incontri in 3 Istituti Superiori (Liceo Scientifico Bertolucci, ITES Bodoni, Liceo Scientifico Ulivi), per un totale di 10 classi coinvolte; i ragazzi erasmus che hanno partecipato al progetto sono stati 12, come 12 sono stati anche gli attivi presenti agli incontri. Su La Gazzetta di Parma sono usciti, in quei giorni, due articoli di giornale sull’ASSI grazie al Progetto EiS. Inoltre, in occasione della Festa dell’Europa, nella giornata del 9 maggio, abbiamo fatto Erasmus in Schools alla Provincia, con studenti di ben 12 Istituti Superiori tra Parma e Provincia.

Li abbiamo coinvolti, incuriositi, esaltati e anche emozionati: in uno degli incontri una studentessa è scoppiata in lacrime, seguita da una nostra erasmus, parlando della PES. Altri Istituti sono già pronti ed entusiasti di aprire le loro porte al mondo erasmus.

IL GIRO DEL MONDO PARTE DA PARMA

Provate a chiedere ad un bambino di raccontarvi cosa vorrà fare da grande, qual è il suo sogno. Non vi sarà difficile vedere nei suoi occhi passione ed emozione mentre cerca di mettere a fuoco il suo futuro.

Ora provate a chiedere ad uno studente Erasmus di raccontarvi la sua esperienza e mentre parla, guardatelo bene negli occhi. Non noterete alcuna differenza con quelli del bambino. Stesso sguardo, stessa emozione, stesse sensazioni. Lui però non sta immaginando il suo futuro, ma sta ricostruendo il suo passato più recente. Un passato fatto di paure, amicizie, scoperte, avventure, momenti in cui vorresti lasciare tutto e momenti in cui, quel tutto, vorresti non finisse mai.

Raccontare questo mix di esperienze e sensazioni, cercando di comunicare quello che si prova, non è facile. Eppure ci hanno provato. Ben 12 dei nostri erasmus, qui a Parma, si sono messi in gioco e si sono lanciati nel progetto “Erasmus in Schools” (EiS), promosso da ESN International ed ESN Italia.

Ed insieme ad altrettanti attivi, si sono recati in 3 Istituti Superiori ed alla Provincia, in occasione della Festa dell’Europa, dove erano presenti studenti rappresentanti di ben 12 Istituti Superiori della città.

Il messaggio è arrivato; i ragazzi delle scuole che hanno partecipato, sono rimasti affascinati da questa avventura. Merito soprattutto degli studenti Erasmus che hanno trasmesso amore e sincerità nel raccontare quello che stavano vivendo.

Si è creato, durante tutti questi incontri, un’atmosfera straordinaria. Da un lato c'era chi raccontava l'esperienza più bella della sua vita; dall'altro, chi ascoltava e assorbiva come una spugna tutto quello che veniva detto. Proiettandosi magari in un futuro, non molto lontano, che vede egli stesso vivere l'avventura che ti concede l'Erasmus.

Lo puoi fare una volta nella vita, una volta sola. Come il famoso treno, che passa una volta e non torna più. E tu devi essere lì, pronto a saltare su, dimenticando paure e dubbi, problemi ed ansie. Pensando solo a quello che ti aspetta.

E ti si apre un mondo che puoi vedere solo tu, fatto di ragazzi e ragazze che vengono da ogni parte del mondo, persone con le quali puoi continuamente confrontarti. Inizi a capire che sulla terra non ci sei solo tu, che il pianeta è grande ma neanche così tanto, se poi vuoi e puoi rivedere quelle persone. Parti un po’ senza passato, perché hai la possibilità di rifarti una vita, di essere chi vuoi essere perché nessuno sa nulla di te e non ha pregiudizi nei tuoi confronti. La gente che incontri farà per sempre parte del tuo mondo e sarà, da quel momento in poi, un po’ meno parte del mondo che aveva prima. Perché si cambia, si cresce e non si riesce a condividere questa esperienza con chi non l’ha vissuta. Si entra in qualcosa di surreale. Qualcosa che non è visibile agli occhi di chi non è stato Erasmus.

Eppure l'EiS è stato reale, e le lacrime di una studentessa sedicenne, appena rientrata da un'esperienza all'estero, seguite da quelle di una ragazza Erasmus che vede la sua avventura volgere al termine, ne sono state la prova lampante. Tutto vero: alla fine, se lo vuoi, tutto questo si può realizzare.

In fondo, se guardi negli occhi di quel bambino che ti sta raccontando il suo sogno, ti rivedi un po’ tu. Forse, quel bambino sei proprio tu. Prima di partire per il tuo Erasmus. Prima che il giro del mondo avesse inizio. E con la certezza, adesso, che i sogni si possono realizzare.

 

Marina Vurro
Segretaria ESN-ASSI Parma
Local Coordinator Erasmus in Schools

Domenico Murgida
Presidente ESN-ASSI Parma

Ufficio Stampa ESN Italia